Il lockdown sembra essere ormai alle spalle e, per le aziende, è il momento di riorganizzarsi e affrontare la ripartenza senza buttare un euro, con un solido supporto e con condizioni economiche fortemente rateizzate ma solo per poche aziende.

In questo passaggio cruciale diventa determinante affidarsi ad agenzie con grande esperienza, che siano in grado di supportare nella maniera giusta e con grande rapidità la transizione aziendale verso una nuova realtà produttiva, comunicativa e con un rinnovato approccio alla clientela.

Ecco di seguito pochi consigli, schematizzati e molto precisi, che possono aiutare ad avere un quadro più chiaro di come agire in questo momento.

NON SCOMPARIRE: COMUNICA E RILANCIA

 Chi non si vede e non si sente non c’è. E viene rapidamente sostituito da chi ha la furbizia e la bravura di inserirsi in mercati che fino a un paio di mesi fa erano abbondantemente bloccati su posizioni e quote ben delineate.

 Questo è il momento in cui bisogna continuare a comunicare , a raccontarsi, a evidenziare l’importanza del proprio know-how e della propria unicità nel proprio ambito. Non solo: bisogna anticipare ad ora la realizzazione di tutte le idee che frullavano per la mente, che sarebbero state realizzate entro qualche mese o magari anche l’anno prossimo. Bisogna spingere sull’acceleratore, farsi aiutare a tirare fuori il meglio della propria creatività.  Fare bene e farlo sapere.

Un parrucchiere può realizzare dei tutorial, spiegare le tipologie di capello, come fare una tintura o altre decine di proposte. Allo stesso modo chef, bartender, venditori di auto e altre centinaia di categorie professionali devono assolutamente mettere in mostra le proprie capacità e comunicare.

Perché social, siti, tutorial, videolezioni, rubriche e articoli esistevano anche prima del Covid-19, ma la gente ha sempre preferito il caffè del bar, gustare una pietanza cucinata da uno chef o provare l’auto in concessionaria. E continuerà a farlo, a patto di non perdere il contatto con quel bar o con quella concessionaria.

ANALIZZA IN MODO VERTICALE IL TUO SETTORE

È inutile lasciarsi condizionare dalla generalità dei fatti. Ogni ambito e, talvolta, ogni singola azienda possono affrontare la ripartenza in maniera diversa e potenzialmente costruttiva. Una  corretta analisi dei punti deboli e delle potenzialità  inerenti il proprio settore (B2B, B2C, grande impresa o microattività, servizi o produzione) può aiutare a elaborare strategie su misura. Per non sprecare energie e tempo, è bene anche  ottimizzare le proprie risorse , sfruttando le potenzialità della multicanalità.  Utilizzare i differenti mezzi di comunicazione , ciascuno in maniera appropriata, è il modo migliore per presidiare efficacemente il proprio settore.

PENSA FUORI DAGLI SCHEMI

 Ogni problema ha una soluzione . A volte, come durante una crisi pandemica, il passaggio non è così immediato, ma ciò vuole dire soltanto che bisogna percorrere un po’ più di strada. Un esempio sono i tanti ristoranti che si sono convertiti alla consegna a domicilio, ma ci sono anche altri casi di successo in settori differenti. Ad esempio, il sistema di sicurezza Manini Connect, con funzionalità aggiunte in chiave Covid-19.

 La differenza la fanno la capacità di comunicare con il cliente in maniera trasparente , un servizio puntuale e la garanzia di rispettare tutte le prescrizioni in termini di sicurezza e igiene. Un’idea può essere, ad esempio, quella di uno streaming video della preparazione dei prodotti per rassicurare i clienti. Qualcuno ha rispolverato l’antica arte del commercio ambulante: se nessuno può venire nel mio negozio, posso andare io fino al domicilio delle persone, operando nel rispetto delle regole.

SFRUTTA LE CRITICITÀ E PRECEDI LA CONCORRENZA

Non perdere mai di vista il tuo obiettivo, che sia la vendita di una caramella o la costruzione di un hub. L’imperativo che devi darti in una situazione di crisi come questa è quello di smontare punto per punto le possibili obiezioni che i clienti potranno sollevare.

Se pensano di non necessitare del tuo prodotto o servizio,  crea una situazione di bisogno . Se si pensa di poter posticipare l’acquisto, punta sul  principio di scarsità e sottolinea che altri potrebbero approfittarne prima (sicuramente è superfluo ricordarlo, ma chi di noi non ha acquistato una mascherina da 0,20 euro a oltre 2 euro senza esitare?).

Non hai i soldi o non ne hai abbastanza? Cerca un comodo piano di microrate. È la strategia che, ad esempio, ti offre Agenzia Brand per andare incontro alle necessità delle PMI che, con il giusto supporto alla comunicazione e al marketing, sono in grado di presidiare il proprio mercato e talvolta di andare addirittura ad occupare i vuoti che si sono irrimediabilmente creati in questi mesi.

AGGIORNATI, INFORMATI E SFRUTTA LE OPPORTUNITÀ

Sappiamo che non è semplice districarsi nella giungla dei DPCM, ma sappiamo anche che sono state varate delle misure di sostegno che è vitale conoscere e sfruttare. Altresì, alle possibilità di sostegno per le proprie attività, è opportuno affiancare attività di formazione e aggiornamento.

 Sfrutta il tempo di cui disponi per arricchire le tue conoscenze specifiche e affinare le tue abilità nel settore di competenza . Sviluppa e accresci la tua educazione digitale, aprendoti a nuove possibilità, sia comunicative che commerciali.

Non farti distrarre dalla prospettiva delle ipotesi, dagli scenari probabili. Concentrati su di te e sugli strumenti che ti saranno necessari per affrontare la ripartenza con una marcia in più.

L’esperienza fa la differenza

Agenzia Brand, nel corso dei suoi  oltre 30 anni di attività , ha già affrontato e superato almeno altre 3 grandi crisi internazionali, sia economiche che strutturali. Abbiamo, quindi, deciso di mettere la nostra esperienza a disposizione delle aziende, dei professionisti e di chiunque possa trarne un vantaggio.


Contattaci subito per aiutarti a ripartire e a recuperare il terreno perduto

Promozione valida solo per poche aziende (contattaci per ricevere un progetto ad hoc).